Assicurazione Infortuni – 3 consigli

accident-994007_1920

L’assicurazione contro gli infortuni è una copertura fondamentale, per tutta la famiglia. Soprattutto per chi nel nucleo famigliare ha il ruolo più importante a livello economico. Se non si ha però, la possibilità di proteggere tutta la famiglia, è importantissimo assicurare almeno chi porta più soldi a casa.

Facciamo alcune riflessioni :

  1. Se sei un lavoratore dipendente, per te serve una copertura extraprofessionale. Cosa vuol dire? Essendo un dipendente di un azienda, società ecc, nel caso capitasse un infortunio sul posto di lavoro, sei assicurato grazie all’Inail. Ti chiederai quindi, quali sono le coperture da avere in polizza? Noi consigliamo di avere assicurata perlomeno l’invalidità permanente (ip) e morte.
  2. Se sei un lavoratore autonomo, per te serve una copertura professionale ed extraprofessionale, ovvero 24 ore su 24. Per te, oltre all’ip e morte, consigliamo di aggiungere, l’inabilità temporanea, una diaria da ricovero e da gessatura.
  3. Attenzione ai rischi esclusi. Ogni compagnia ha le proprie clausole e regole, per cui prestate molta accortezza prima di firmare il contratto. Ad esempio, se sei un atleta professionista, fai uno sport molto pericoloso o pratichi free-climbing nel tempo libero, è opportuno dichiararlo, perchè generalmente questi sono rischi che non vengono coperti, se non con un appendice da parte della compagnia stessa. Questi sono solo alcuni casi di rischi esclusi, è conveniente quindi, comunicare al proprio intermediario quali attività si fanno e a che livello.

Un buon metodo per non incorrere in futuri malintesi, può essere quello di raccontare una giornata tipo al tuo assicuratore e se è bravo, riesce a vedere il rischio da assicurare dove tu lo dai per scontato.

Ci teniamo a sottolineare che, questi sono solo tre spunti principali su cui concentrarsi e prima di stipulare una polizza consigliamo sempre di verificare quali sono le prestazioni, i massimali, le esclusioni, le franchigie e quali tabelle si utilizzano in caso di sinistro.

 

 

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *